Addizionale al nolo marittimo (surcharge)

Addizionale al nolo marittimo (Seafreight surcharge).

seafreight_icon

Districarsi nelle quotazioni delle Compagnie di Navigazione è ormai diventato complicato:

oltre a subire un costante decadimento dei servizi offerti, gli operatori del settore si sono dovuti attrezzare di calcolatrici e griglie .xls per confrontare le tariffe sul mercato perché ogni Linea ha le proprie addizionali, diverse dalla concorrenza sia nei numeri che nei concetti.

In passato le  cose erano un po’ più semplici : esistevano le “Conference”, Conferenze Marittime ovvero ”accordi tra le compagnie di navigazione per non farsi reciprocamente concorrenza nello svendere noli o servizi

Sostanzialmente si trattava di un cartello dove venivano applicate delle tariffe determinate per particolari tratte.

cargo-ship-icon-light-large

Se questo poteva sembrare a vantaggio delle Compagnie, il seguito ha provato che era a vantaggio della merce in quanto le Compagnie si facevano concorrenza sulla qualità dei servizi, delle navi utilizzate, dei servizi offerti a terra e non con la svalutazione dei noli come accade ora.

Alla fine del 2008 le Conference venivano cancellate per adeguarsi alla disciplina “antitrust” e da allora le Linee si sono scatenate nella corsa al ribasso e alla creazione di una svariata ed incontrollabile serie di addizionali al nolo.

Per addizionale al nolo (additional o surcharge in inglese) s’intendono quelle spese dipendenti da variabili esterne, come l’oscillazione del prezzo del petrolio, ritardi nelle operazioni, normative di sicurezza, etc.

grafico_trading_by_guitargoa-rid

Sono spese che vengono sommate al nolo e valide come in essere al momento dell’imbarco ( V.A.T.O.S. – Valid At Time Of Shipment).

Al di là delle spiegazioni e dei giustificativi profusi da tutte le Linee di Navigazione, si può dire che il nolo più la somma degli addizionali è, alla fine, il “numero” che la Compagnia decide di applicare per quel mercato o destinazione.container-ship-port-vector-illustration-45963844

Gli addizionali sono quindi “un’aggiunta” al nolo ed alla sua resa (“Shipping Terms… le rese dei noli marittimi”) e vengono gestiti dalle Compagnie con variabili e dinamiche diverse rispetto al nolo marittimo;

considerate ad esempio che sugli addizionali non è solitamente concessa senseria, ma solo sul nolo base.

Qui di seguito trovate una breve guida da scaricare con gli addizionali più in uso dalle Compagnie di Navigazione; naturalmente non è stato possibile inserirli tutti poiché sono troppi ed alcuni riferiti a situazioni particolari e limitate.

Se pensi che quest’articolo ti sia servito e ti è piaciuto ti ringrazio per condividerlo e commentarlo.

About Luca Giordano 29 Articles
apprendista blogger...

2 Comments

    • Ciao Francesca,
      per aiutarti sarebbe necessario contestualizzare queste sigle.
      su due piedi : IFP potrebbe essere “INTRIM FUEL PARTECIPATION” che è un’addizionale simile al baf
      immagino che anche altre sigle siano addizionali del nolo ma avrei bisogno di qualche chiarimento in più…

1 Trackback / Pingback

  1. Break Bulk - il carico in convenzionale

Rispondi